Studio Guido Moretti

AL SOLE DI TERMENAGO

 

A Termenago, paesello posto pių in alto di noi e che attraverso abitualmente nelle mie escursioni estive, spesso vedo una nonna che conduce, lungo le ripide strade del paese, una povera ragazzina che fatica anche solo a camminare, con lo sguardo stralunato e completamente assente come espressione.
Notavo che la nonna le parlava e le cantava qualcosa in questa loro uscita quotidiana, e una volta, in modo assolutamente riservato, l'ho anche registrata. Purtroppo l'audio č molto disturbato, quindi posso solo trascrivere le parole di una poesiola che richiama un canto degli alpini e che evidentemente la nonna in parte inventava lė per lė.

... pianteremo la baracca
tutta quanta piena
piena e piena
di vino e grappa
pensa un po'
quanto vino e quanta grappa
che bevevano gli alpini
su pei monti
e su per i monti...

Poi comincia a cantarle, col filo di voce di nonnina:

Su pei monti su pei monti che noi andremo...

e salivano piano al sole del mattino, con i monti che si inchinavano su di loro.