Studio Guido Moretti

LE TRASFORMAZIONI TERRITORIALI NELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

 

Guido Moretti

LE TRASFORMAZIONI TERRITORIALI NELLA PROVINCIA DI BOLOGNA
Tecnofoto Bologna 1988

Pagine: 188
N. illustrazioni: 158
Formato: 210X297












  II proponimento di questo lavoro è di tratteggiare un quadro sintetico delle trasformazioni territoriali che si sono manifestate nella provincia di Bologna o partire dagli anni cinquanta, privilegiando gli aspetti di tendenza, emergenti o singolari, che. pur nei limiti Imposti dogli indicatori presi a riferimento, siano In grado dl assicurare originalità dl approccio e carattere di compiutezza a un’indagine su territori già ampiamente studiati.
La ricerca si articola In sezioni che hanno lo scopo dl mettere in evidenze i fattori dl relazione che stanno alla base delle trasformazioni, con particolare interesse per le dinamiche insediative che hanno avuto luogo sul nostro territorio.
Congiuntamente all’analisi, condotta su base comunale dal 1951 al 1981, la ricerca è corredata da un capitolo che si avvale della rappresentazione sullo spazio cartesiano degli indicatori risultati significativi, per fornire una immediata visualizzazione comparativa dell'evoluzione dei fenomeni.
Segue uno parte dedicata alla valutazione quantitativa del grado di correlazione, mediante I’applicazione di un particolare procedimento analitico ad una gamma mirata di indicatori.
Completa ii lavoro un cospicuo materiale documentativo, impostato sull’elaborazione originale di tavole tematiche presentate in serie storica, che, oltre lo diretta consultazione, renderanno possibili aggiornamenti nel tempo e innesto di analisi più estese.
Lo scelta di utilizzare fonti come i Censimenti ISTAT, indispensabili strumenti d’indagine sulle problematiche riguardanti I’organizzazione della popolazione e degli insediamenti, risiede infatti principalmente nelle possibilità di confronto e di aggiornamento a dimensione nazionale che tale documentazione consente.
A questo tipo di opportunità si è prestato il massimo interesse, sia sul piano scientifico che su quello didattico ed è questa la ragione per cui lo spazio riservato al corredo documentativo non è da intendersi come semplice allegato, bensì come porte integrante di un lavoro in evoluzione.