Studio Guido Moretti

 

Guido Moretti Guido Moretti, ingegnere, è stato professore-ricercatore di Progettazione Urbanistica presso il Dipartimento di Architettura e Pianificazione Territoriale dell’Università di Bologna ed è libero professionista con studio in Bologna.
Sul fronte della ricerca si occupa di temi relativi all’ambiente costruito, agli insediamenti rurali e, in generale, ai saperi smarriti del fare architettura, sui quali ha pubblicato numerosi lavori che, come volumi monografici, assommano a più di trenta.
Presso l'Università di Bologna ha fatto parte del corpo docente del Corso Internazionale di Perfezionamento sul Paesaggio, del Master Universitario in “Architettura Ecosostenibile”, del Comitato Scientifico del Laboratorio di Ricerca sulle Città per l’Istituto di Studi Superiori.
Sui temi ambientali ha svolto incarichi e consulenze per il Parco Nazionale dello Stelvio, il Parco Naturale Adamello Brenta, il Parco Naturale delle Alpi Marittime, il Servizio Foreste Demaniali della Provincia di Trento, la Comunità delle Valli Giudicarie.
Ha vissuto qualche tempo ad Algeri e ha operato in vari paesi del Medio Oriente e dell’Africa con progetti urbanistica e di architettura, tra cui una Moschea a Tripoli, Libia.
Ha condotto studi e ricerche sulle tecnologie della terra cruda e il raffrescamento passivo degli edifici in zone aride, raccolti nei volumi che compongono la "trilogia" del deserto: La Casa di Hatra (2006), Deserti e Segni (2007), Abitare il deserto (2008). Deserti e Segni presenta una prefazione del ministro algerino Cherif Rahmani, Presidente della Fondation Déserts du Monde e Ambasciatore delle Nazioni Unite per l'anno internazionale dei deserti e della desertificazione.
È stato membro dell’Equipe che ha redatto il Piano di Ristrutturazione della Casbah di Algeri e il suo progetto “La Casa de la Mujer”, realizzato in terra cruda per l’Unione delle Donne Saharawi a Rabouni nel Sahara algerino, ha ricevuto la Nomination per l’Aga Khan Award for Architecture 2008 - 2010.
Svolge attività di cooperazione internazionale come membro dell’ong CISP, Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli e di Pace Adesso, di cui ricopre la carica di vice presidente.
È stato membro di Commissioni giudicatrici di concorsi nazionali e internazionali di architettura e Presidente della Commissione per la Qualità Architettonica e il Paesaggio del Comune di Bologna.
È chiamato per lezioni magistrali e conferenze sui temi delle materie trattate.
Insieme al figlio Francesco, architetto, svolge attività professionale e di ricerca presso il suo studio di Bologna, operando su tutto l’arco della progettazione architettonica e urbanistica, con lavori pubblicati su riviste specializzate e di divulgazione.

 

 

 

____________________________________________________________________________________________________________________